Pubblicato da: armatieresponsabili | 19 ottobre, 2007

Giustizia “fai da te”? No, grazie.

Intermezzo, giusto per togliere ogni eventuale dubbio dovesse essere sorto in merito nel frattempo.

Il privato cittadino non ha l’autorità nè la capacità nè l’imparzialità necessarie ad amministrare la “giustizia”: questa è compito ed appannaggio degli organi preposti (che poi funzionino o meno esula dal tema del Blog :)).

L’uso dell’arma come mezzo di difesa è contemplato solo ed esclusivamente in caso di pericolo immediato e reale: per capirci, se vi svegliate alle tre di notte perchè fuori sta suonando l’allarme della macchina e sparate nella schiena a qualcuno che ci sta frugando dentro beh,  signori,  quello è omicidio volontario. Magari, quando tra qualche anno uscirete di galera, vi ricorderete di smontare il GPS dal cruscotto prima di salire a casa.

Scusate l’ironia su un argomento serio, ma rendeva l’idea.

Odio ripetermi, ma non esiste al mondo un oggetto inanimato per cui valga la pena di estrarre un’arma. Già tollero a malapena quei portavalori che, trasportando le borse con i soldi dalla banca al blindato, si atteggiano a S.W.A.T. con la pistola pronta al fuoco e il dito sul grilletto, li capisco solo perchè è il loro lavoro e perchè rischiano (parecchio) in prima persona.

Noi “comuni mortali” (espressione infelice, meglio “privati cittadini”), dovremmo attenerci a regole molto più restrittive e prudenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: